Federico Garcia Lorca libero muratore

F

A metà degli anni Sessanta del secolo scorso Marcelle Auclair, una giornalista francese con la passione per la ricerca storica, imbattutasi nella ricostruzione biografica del poeta andaluso Garcia Lorca indirizzò all’ambasciata spagnola di Parigi la richiesta di poter accedere ai documenti relativi alla sua morte violenta. Per interessamento dei Ministeri degli Esteri e degli Interni del tempo, le indagini d’archivio furono riassunte nella risposta informativa che venne dalla polizia iberica. Da questa emerge inequivocabilmente che il creatore di Bernarda Alba era stato fucilato dai miliziani franchisti perché “socialista, massone appartenente alla loggia Alhambra con il nome di Homero” e perché “praticava l’omosessualità”. Queste tre gravissime e imperdonabili colpe, che sono costate la vita al drammaturgo spagnolo appena trentottenne, sono contenute nel rapporto di polizia compilato nel 1965 a 29 anni di distanza dal fattaccio e costituiscono l’ammissione di colpa da parte della Falange forcaiola del Generalissimo e della sua triplice intolleranza: nei confronti degli avversari politici, della libertà di pensiero muratorio, della diversità d’orientamento sessuale. Il documento è stato ritrovato e divulgato recentemente dalla emittente radiofonica spagnola Cadena Ser e dal periodico on line “Eldiario.es” (cfr.: http://www.eldiario.es/temas/federico_garcia_lorca/).

1

Il documento pubblicato da Cadena Ser che detiene il copyright

Oggi, sapere che il grande drammaturgo martire della libertà apparteneva alla fratellanza dei liberi muratori, non solo aggiunge un nuovo tassello alla biografia ed una nuova chiave di lettura all’opera poetica di Federcio Garcia Lorca, ma restituisce alla massoneria l’orgoglio di avere nelle sue fila non solo i complottisti di cui tanto ama raccontare la stampa scandalistica che rimesta nella dietrologia, ma anche esemplari uomini di valore e di talento dei quali a volte è bello fregiarsi, come si fa con i gioielli di famiglia.

arch. Renato Santoro, Roma – giugno 2015

BIBLIOGRAFIA – Marcelle AUCLAIR, Enfances et mort de Garcia Lorca, Editions du Seuil, Paris 1968

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...