Lame dei Tarocchi: LA GIUSTIZIA – IL GIUDIZIO

Due lame dei Tarocchi sembrano appaiate in una medesima direzione: il Giudizio (ventesimo Arcano) e la Giustizia (ottavo Arcano), due concetti accomunati nel senso. I corrispettivi nella mitologia egizia sono infatti Thot e Maat, non a caso sposi divini.

      giustizia   giudizio

Thot, il dio dal corpo umano e dalla testa di ibis, il sacro uccello del Nilo, è colui che soppesa la rettitudine del defunto sulla bilancia del giudizio. E’ colui che emette la sentenza prima dell’ultimo viaggio verso l’aldilà. Maat, la sua celeste signora, rappresenta la giustizia, l’ordine, la verità. Ed è quanto mai seducente la concezione che gli egizi avevano della verità, rappresentata da una piuma, a significarne la sua levità, inconsistente nel peso, evanescente come un soffio, uno spirito di vento.

Non molto dissimile è l’espressione greca per indicare la verità: aletheia, etimologicamente una litote, caratterizzata dall’alfa privativa, che specifica il non-nascondimento, l’attimo fugace in cui dal buio della simulazione si accende un bagliore di veridicità, destinato però a rituffarsi nella falsità dell’apparenza. Il corrispettivo del sapiente Thot, è il greco Ermete Trismegisto, cioè il latino Mercurio. Ermetico e mercuriale sono aggettivazioni con una forte valenza esoterica. L’elemento mercuriale rappresenta la dynamis intellettuale, la rapidità di giudizio, la volatilità delle idee. Ermetico ha a che fare con la dottrina sapienziale dei sacerdoti, dei depositari del sanctus (ciò che è sancito), i traduttori dei sacri glifi, abili nel decriptare il linguaggio dei simboli. La massoneria, è una fratellanza iniziatica e tradizionale, cioè fondata sulla trasmissione della Tradizione, unaTradizione da scrivere con iniziale maiuscola perché non si tratta di folklore o di costumi, né si tratta di formalismi. Tradizione non è soltanto ciò che viene trasmesso da una generazione all’altra, non è tanto cravatta, abito scuro o stretta di mano, ma è qualcosa di più forte: è ciò che dal divino viene tramandato all’umano; è la sapienza originaria, la sophia, il rotolo di papiro spiegato da Thot ai mortali; l’insieme degli archetipi che attraverso messaggi simbolici sono indirizzati all’interpretazione dell’Uomo.

Perché il nostro cuore possa presentarsi ad Osiride, esso dovrà essere leggero come quella piuma di Maat alla pesa del giudice Thot.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...