MEMENTO

Memento

Ritrovare il “senso” della vita, in fondo vuol dire ridare un verso, una direzione ad un cammino, ad un percorso che, altrimenti, sembra girare a vuoto, senza una meta. Molte atrocità, molte assurdità storiche del secolo passato, se non recuperate alla memoria collettiva ed al giudizio, se non elaborate come monito e ammaestramento per tutti, rischiano di essere riassorbite nel/dal buio della non-coscienza e, quindi, di potersi fatalmente, prima o poi, ripetere.

Un crimine come l’olocausto, che nelle coscienze europee ha lasciato un marchio d’infamia ed un senso di colpa indelebili, poiché non è scontato che sia per sempre così, deve essere custodito nel ricordo e coltivato dalla intelligenza, a testimoniarci – monumento aere perennius  – che è vero: il sonno della ragione genera i mostri [1]. E non tanto per mero engagement umanitario, quanto per ethos.

L’architettura europea del secondo dopoguerra, quella di chi è stato più sensibile ai tremori ed alle ansie agorafobiche proprie di chi si è smarrito e vuole ridare un indirizzo al suo vagabondare; quella di chi ha letto Warburg o Benjamin e continua a tenerli sul tavolino da notte come breviari laici; in luoghi, generazioni e contesti diversi fra loro, ha potuto accostare esperienze che convivono appaiate da un medesimo segno.

Si tratta di tre episodi architettonici, quelli a seguire, che hanno in comune il percorso, l’itinerario, il passaggio, così come già è stato con Pikiònis, non a caso quello degli anni Cinquanta.

Sono luoghi-simbolo, sacrari, tre memoriali che servono a ricongiungere l’ostrakon spezzato tra gli affiliati ad un medesimo culto di una tradizione che unisca.

Architetture sì, ma al limite con la sperimentazione concettuale, con la scultura,  con l’installazione e – come per le  linee di frontiera – soglia, varco tra le maglie della rete che diaframma visibile e invisibile, rappresentazione e non-rappresentabilità.

arch. Renato Santoro, Roma 2014

[1] E’ il titolo di un  celebre Capriccio, ad inchiostro e seppia, di F. Goya (1797)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...